Giovanni Rizzo

Giovanni Rizzo è un giovane giocatore che si sta affermando sempre di più nel mondo del poker italiano. Amante di tutte le varianti di poker, Giovanni Rizzo è entrato nel mondo dei professionisti collezionando una vincita dietro l’altra su Partypoker. Nonostante Giovanni sia giovane anagraficamente, l’esperienza di poker non si può dire gli manchi. Si è formato nei circoli live, oltre ad averli gestiti per un periodo. Nel 2008 si è piazzato per la prima volta nella cornice più importante e nel gioco più tecnico. Giovanni è infatti riuscito ad arrivare 29esimo al WSOP, nell’evento HORSE $1,500, vincendo $5,042. È riuscito poi a classificarsi per altre posizioni pagate nell’HORSE e nel mixed game (Holdem – Omaha – Stud).

Il 2010 può essere considerato l’anno della sua esplosione. Inizia ad imporsi online, soprattutto su Partypoker dove è attualmente tra i primi 10 giocatori più vincenti nei tornei. Giovanni ha centrato il colpo vincendo il satellite per l’evento principale del WSOP e continua a fare risultati su Partypoker. A luglio è arrivato 288esimo nell’evento principale delle World Series of Poker, vincendo $41,000. Con i risultati ha convinto Partypoker ad entrare nel team. Ma conosciamolo meglio.

OnlinePokerItalia: Ciao Giovanni, sei molto giovane ma da tempo fai parte del mondo del poker. Cosa ne pensi dell’attuale situazione del poker live in Italia riguardo ai circoli?
Giovanni: La situazione circoli attualmente è piuttosto drastica, non me la sento di entrare nel merito dei tecnicismi legali e procedurali che sicuramente il legislatore doveva mettere a punto per regolarizzare una situazione caotica, e che richiederebbero un articolo a parte. Sicuramente però, ad un anno esatto di distanza, non è stato ancora fatto nulla di concreto. Quello che è certo è che i circoli sani e leali, prima della chiusura di settembre, erano un centro di aggregazione importante. Negli anni in cui ho giocato ho coltivato tante amicizie, visto talenti crescere, amori nascere. Per non parlare poi dei posti di lavoro che se legittimamente regolarizzati sarebbero una risorsa veramente importante per il nostro paese in un periodo di crisi profonda come questo.

OnlinePokerItalia: quante ore dedichi al poker ogni giorno? Oltre a questo, hai altri hobby?
Giovanni: direi una trentina di ore alla settimana, con un paio di giorni di stacco e grind intensivo la domenica. Amo molto viaggiare e condivido con la mia ragazza Sally le passioni per il cinema, la musica e la buona cucina.

OnlinePokerItalia: da qui a 10 anni, credi che giocherai ancora a poker?
Giovanni: bella domanda. Adesso come adesso direi di si, amo profondamente questo gioco. Non so se passerò la vita a fare il grinder “puro”, ma insieme a PartyPoker spero di costruirmi una carriera nel mondo del poker a 360 gradi, affiancando alla carriera di giocatore, che resta sempre il mio lavoro e ciò che più mi stimola e mi soddisfa, altri ruoli come il blogger, il coach (che già faccio con lezionidipoker grazie all’amico Marco Fantini), il commentatore, l’organizzatore e quant’altro.

OnlinePokerItalia: Grazie della chiacchierata Giovanni Rizzo, un saluto e un buona fortuna per i tuoi prossimi impegni.