Giocatori di Poker

Se state visitando questo sito nella speranza di leggere il vostro nome da qualche parte, ci dispiace deludervi. Oggi vi parleremo dei migliori giocatori di poker che vengono considerati star nel mondo del gioco del poker al momento attuale. Ecco a voi la lista dei prescelti.

Giovanni Rizzo
Giovanni “gioriz” Rizzo è nato a Padova nel 1984 e vive a Parma. L’incontro casuale con l’Holdem arriva quattro anni fa, quando durante il solito poker natalizio da 10€ con gli amici sente parlare di PartyPoker e decide insieme al fratello di depositare 50$ sulla room. Insieme cominciano a giocare lo 0.10/0.20 Limit Holdem divertendosi nei fine settimana di pioggia. Poi nel 2007, durante una vacanza studio a New York, prende un pullman per Atlantic City con destinazione Taj Mahal, il mitico casinò del film Rounders. Un’esperienza unica che culmina con la vittoria di ben 500$ in un torneo da 30$ di Limit Holdem. Durante il viaggio fa la conoscenza con alcuni giocatori che dell’Holdem hanno fatto una professione, e dopo aver comprato SuperSystem di Doyle Brunson nella libreria del casinò comincia a studiare e applicarsi seriamente al gioco. La svolta arriva nel 2008. Alternando tornei di no Limit Holdem e cash Limit Holdem mixed horse, si costruisce un bankroll e comincia a lavorare nei neonati circoli italiani. A maggio vince un satellite da 100$ race for bracelets su Fulltilt e si qualifica per le World Series of Poker! Con 5 amici parte alla volta di Vegas, per un’avventura che cambierà per sempre la loro vita. La corsa finirà al 29esimo posto con un colpo molto sfortunato. Ma quando alla sua uscita dal tavolo di fianco si alzano Matusow e Kravchenko per stringergli la mano, capisce che qualcosa e’ cambiato. Nel 2009 centra un prestigioso final table all’evento da 500$ H.O.R.S.E. delle FTOPS, oltre a cominciare a battere il 10/20 mixed games e il 20/40 Limit Holdem. A Novembre partecipa al primo torneo di mixed games in Italia a Campione e poi ancora final table al 2200 horse a Venezia. A gennaio 2010 si qualifica alla prestigiosissima PartyPoker premier league classificandosi terzo. Subito dopo questo exploit poi, sempre su PartyPoker.it, “scippa” il primo satellite per il Main Event delle WSOP 2010, e qui comincia il sogno. E finalmente arriva un 288esimo posto prestigioso, con 42000$ di premio. A seguire arriva anche e soprattutto la sponsorizzazione di PartyPoker.it che lo inserisce nel suo team Pro.

Kara Scott
Kara Scott è nata ad Alberta, in Canada, ed è stata cresciuta ed educata lì, vivendo vicino alla famiglia fino al 1999, quando ha deciso di trasferirsi nel Regno Unito. La sua carriera di commentatrice televisiva è cominciata nel 2002, quando ha presentato lo show di arti marziali chiamato “Now is the Time: Night of Combat”, finendo per diventare la produttrice associata del programma. In seguito ha presentato High Stakes Backgammon e World Series of Backgammon per le televisioni canadese e inglese prima di passare a Poker Live Night, Sky Poker, e European Poker Tour. Dopo essere passata armoniosamente al poker, Kara ha perfezionato le sue abilità assorbendo informazioni e iniziando a giocare seriamente. Nel 2007 ha giocato nel Women’s World Open in Maidstone, dove non solo è riuscita ad arrivare in finale, ma si è classificata sesta per 5000 dollari. L’anno seguente ha partecipato allo Sports Stars Challenge e ha vinto il torneo con 26.000 sterline. Più tardi sempre quell’anno ha giocato all’evento principale della World Series of Poker di Las Vegas, dove si è piazzata al 104esimo posto su 6844 partecipanti, vincendo quasi 42.000 dollari. La sua vincita più recente risale al 2009, quando all’Irish Open a Dublino si è classificata seconda su 700 portando a casa 312.000 euro. Da quel momento in poi Scott ha continuato ad essere una presenza nella comunità del poker come ospite televisiva, scrittrice e giocatrice di poker professionista sponsorizzata da uno dei siti di poker maggiori.

Dragan Galic
Dragan Galic, un tedesco nato in Croazia, vanta 1,25 milioni di dollari vinti da tornei di poker live e una lunga lista di eventi in tutta Europa. Il suo risultato maggiore è stato quando si è classificato quinto all’evento principale dell’EPT del 2009 a Sanremo, vincendo 411.000 dollari. “Sono arrivato il 6 giugno e voglio rimanere fino all’ultimo evento. Il mio obiettivo è di giocare la maggior parte degli eventi da 1000 e 1500 dollari, un paio di eventi Omaha e ovviamente l’evento principale. Potrei anche giocare un paio di eventi da 5000 ma non sono ancora sicuro. Cinque giorni fa mi sono classificato dodicesimo nell’evento da 1600 dollari, mica male!” OnlinePokerItalia: “Ti aiuta avere soldi cash quando stai a Las Vegas per così tanto tempo?” “Certo che si. La cosa più importante per me è non dover cambiare gli euro in dollari. Ma seriamente quando hai molto denaro contante all’inizio ti aiuta a sentirti a tuo agio in quanto sai che hai già pagato per molti buy-in. Quindi dà quasi la sensazione di giocare gratuitamente. Ho anche vinto un po’ di soldi ad un evento al Venetian Casino un paio di giorni fa, non troppi ma comunque fanno sempre comodo. Ora ho più di 10 mila dollari in contanti quindi posso iniziare a concentrarmi di più sugli eventi del WSOP ”. OnlinePokerItalia: “Com’è il tuo stile di vita quando sei qui al WSOP? Giochi solo a poker?” “Sono qui con la mia ragazza e mio fratello arriva tra qualche giorno quindi ci rilassiamo anche in piscina e andiamo a vedere qualche spettacolo. Probabilmente ci prenderemo una pausa per un paio di giorni per visitare Las Vegas”. OnlinePokerItalia: “È importante essere bilanciati tra il poker e altre attività?” “Certamente, sono convinto che giocare troppo a poker possa diventare pericoloso. Ovviamente varia da persona a persona, ma non penso faccia bene giocarci ogni secondo. Che si vinca o si perda bisogna comunque fare delle pause.”

Dario Minieri
Dario Minieri è un giovane giocatore italiano che è riuscito ad accumulare talmente tanti punti per giocatori abituali da guadagnarsi una Porche. Questo giocatore ha ottenuto molto successo nei circoli di poker online europei. Egli è soprattutto un giocatore su PokerStars e ultimamente ha iniziato a concentrarsi sui tornei offline ed è riuscito a classificarsi terzo nell’evento dell’EPT di Baden, che valeva 159,763 dollari. Ha anche giocato nell’evento principale della World Series of poker riuscendo ad essere il leader delle fiches per un po’ ma classificandosi alla fine al 543esimo posto. Per farvi capire quanto attivo è questo ragazzo su PokerStars potete considerare i punti per giocatori abituali che ha guadagnato, più di 3.000.000, che gli hanno fatto vincere una Porche Cayman. L’italiano, che sul sito di PokerStars utilizza il suo nome (Dariominieri), ha accumulato tutti questi punti in soli 10 mesi. Secondo i calcoli di Poker Verdict deve aver giocato tre tavoli consecutivi da 36/60 dollari per 10-12 ore al giorno per riuscire ad accumulare così tanti punti. Sembra anche che abbia giocato 9 tornei multi tavolo allo stesso tempo, il che richiede un’alta concentrazione e delle abilità pazzesche. Come molti giovani giocatori, si è avvicinato al poker giocando prima ad un gioco di carte chiamato Magic. Se volete darvi una possibilità di vincere quando lo incontrate su PokerStars, dovrete allenarvi con molta costanza e prepararvi a una sfida vivace e senza pause.

Max Pescatori
Max Pescatori è nato a Milano nel 1971 ed è noto come il “Pirata Italiano”. Max ha iniziato a giocare a poker quando aveva 15 anni, e ha deciso di trasferirsi a Las Vegas nel 1994 dove ha giocato il Seven Card Sud per un po’ di tempo, prima di passare al Texas Hold’em. Walter Farina, il primo italiano in assoluto a vincere il braccialetto della World Series of Poker, è diventato il mentore di Max dal 1998. Nel 1999 Max Pescatori è diventato un vero professionista. Il primo successo è arrivato nel 2003 alla World Poker Challenge di Reno, in Nevada, dove ha vinto due eventi, uno di Limit Hold’em e uno di Omaha Hi-Lo. Max ha passato un 2004 positivo, riuscendo a guadagnare soldi ben due volte nel WSOP. Nel 2005 Max ha vinto ben 6 volte al WSOP, e nel 2006 ha finalmente ottenuto il suo primo braccialetto nella World Series of Poker. Max è riuscito a vincere 2500 euro al Limit Hold’em nello stesso giorno in cui l’Italia è diventata campione del mondo. Il tempismo è stato molto importante per questo giocatore che molto spesso quando è al tavolo indossa una bandana italiana. Max è riuscito a vincere svariate volte tanti soldi al World Poker tour, ma non ce l’ha mai fatta ad arrivare in finale. Attualmente ha guadagnato 1,5 milioni di euro vincendo tornei.

Luca Pagano
Luca Pagano è nato il 28 luglio 1978 nella piccola cittadina di Preganziol, in Italia. Ha frequentato una scuola per programmatori di computer e la sua propensione per i numeri e i dettagli l’ha portato a fare piccole speculazioni di borsa appena ha raggiunto l’età adulta. Ma le sue abilità l’hanno anche portato ai tavoli da poker, dove le sue competenze matematiche l’hanno reso uno dei giocatori italiani migliori. Ha iniziato con i giochi con un limite minimo, e ha portato le sue risorse finanziarie ad un livello che gli ha permesso di iniziare a giocare ai tornei live. Entro il 2002 Luca Pagano è riuscito ad arrivare in finale al torneo di poker nel casinò di Gorizia, e l’anno seguente ha viaggiato molto e partecipato a vari tornei, per finire al British Open dove è riuscito di nuovo ad arrivare in finale. Ma nel 2004 ha lasciato il suo primo segno nell’European Poker Tour, classificandosi terzo all’evento principale di Barcellona, che valeva 20.000 euro. Qualche mese dopo, è arrivato al tavolo finale dell’EPT a Deauville e si è classificato ottavo, per poi arrivare 14esimo all’evento principale di Vienna. Pagano è diventato un habitué dei tavoli finali di vari tornei di poker italiani, ma è all’EPT che si è reso noto a livello internazionale, vincendo un evento dietro all’altro. Nel 2008 si è classificato sesto alla gran finale dell’EPT di Monte Carlo per 337.000 euro, il suo risultato migliore fino a quel momento, per poi arrivare in finale all’EPT di Dortmund, Varsavia e Praga nel 2009. A metà del 2010 aveva vinto 16 volte all’EPT, per un totale di circa 1,5 milioni di dollari. Luca gioca anche online come membro del team dei professionisti di PokerStars.

Marco Traniello
Se cinque anni fa aveste chiesto a Marco Traniello cosa avrebbe fatto nella vita, sicuramente non vi avrebbe risposto che voleva giocare a poker. Ma a causa di una serie di fortunati eventi il poker è diventato la sua professione. Mentre era in vacanza negli Stati Uniti dall’Italia, ha voluto visitare la città famosa in tutto il mondo per il gioco d’azzardo: Las Vegas. Fermandosi al Mirage Hotel and Casino, ha parcheggiato la sua auto a fianco della giocatrice professionista Jennifer Harman. Lei stava risalendo in macchina dopo aver perso 50.000 dollari, ma lui è riuscito comunque a convincerla a tornare dentro a ballare. Marco era un parrucchiere molto famoso quando ha incontrato Jennifer per la prima volta, ma non ci è voluto molto perché la carriera di lei contagiasse quella di Marco. In seguito hanno ospitato partite nella loro casa con giocatori alla stregua di Erich Lindgren e Daniel Negreanu, che hanno aiutato molto Marco a sviluppare le sue abilità nel poker. Con dei giocatori così bravi al suo fianco, ha imparato molto velocemente. Nel 2005 ha partecipato per la prima volta al WSOP. Dire che è stato un buon inizio sarebbe fare un eufemismo. È riuscito ad arrivare al tavolo finale e tre volte si è classificato tra i migliori 20 partecipanti. Il 2006 e il 2007 sono stati positivi per Marco, che è riuscito a vincere 7 volte somme di denaro importanti ed è arrivato 3 volte in finale. Non ha ancora vinto il famoso braccialetto come sua moglie, ma si avvicina sempre di più all’impresa anno dopo anno. Uno dei motivi per cui Marco ha imparato così velocemente è stato il suo istinto nel leggere la mente delle persone. Ha anche imparato dai professionisti a cambiare marcia ogni volta che è necessario. Giocare con i professionisti gli ha permesso di creare uno stile che è allo stesso tempo unico e pericoloso. Le sue giocate sono praticamente impossibili da prevedere. Tutte le emozioni sono respinte lontano e riesce a concentrarsi solo sulla mano davanti a lui. Riesce a prevedere le mosse degli avversari molto velocemente e senza alcuno sforzo. Marco è una stella in continua crescita che non smette mai di migliorare il suo gioco con l’aiuto anche della moglie e degli amici che sono giocatori professionisti.

Ora che conoscete i migliori giocatori di poker del momento, è arrivata l’ora di iniziare a giocare e diventare dei campioni anche voi! Chi lo sa, magari un gioco avrete l’onore di leggere il vostro nome tra quello dei giocatori di poker più famosi del mondo. La vita è piena di sorprese!